trattopunto ferrania fotografia
FerraniAnalogica
20/08/2020
La piccola Manchester
15/04/2020

Dalla polvere da sparo alla pellicola: nascita e futuro di FERRANIA (SV)

Si viene trasportati in un mondo di pellicola, di colori e di storia. Un caleidoscopio dove ogni angolo si affaccia su un dettaglio prezioso ed affascinante. Dal cinema, passando per i prodotti, la cultura, la comunità che nasce intorno alla fabbrica, per arrivare alla natura che abbraccia lo stabilimento con il Parco dell’Adelasia.

  • Ferrania Film Museum (Cairo Montenotte – SV)
  • Ferrania borgo
  • Pràsottano
  • Ferrania stabilimento e centrale S.i.p.e.

L’itinerario prevede 13 luoghi significativi riassunti in 4 tappe che si snodano nel percorso tra il Ferrania Film Museum e lo stabilimento, illustrando passato e presente relativo a questa importante realtà industriale territoriale.

La durata del tour è di una giornata, suddivisa tra mattino e pomeriggio.

Negli spostamenti del pomeriggio è previsto l’utilizzo del mezzo proprio oppure a richiesta è possibile usufruire di una navetta a noleggio.

Nel 1917 nasceva fra i boschi una straordinaria industria dedicata al fotosensibile ovvero alla pellicola e dopo 100 anni raccontiamo, all’interno del percorso dislocato tra le varie stanze del museo e dello stabilimento, le vicende degli uomini e delle donne, del buio, le macchine, le energie, i prodotti, l’universo Ferrania definibile come un intero mondo che gravitava intorno a questi luoghi.

 

Mattina – Ferrania Film Museum

Ideato come una sorta di percorso tra le stanze, il museo si pone l’obiettivo di restituire i molteplici aspetti delle vicende industriali: la vita della fabbrica, la cultura d’impresa e le vicende societarie, il design e la comunicazione visiva, l’architettura, i prodotti e i brevetti, gli anni della guerra e quelli più recenti.

All’interno inoltre trovano spazio anche i vari comparti, dal fotografico al radiografico, la luce e il buio dei reparti, la grande stagione del colore e del cinema, e l’universo sociale di Ferrania, composto dal villaggio operaio, il pacco natalizio, il dopolavoro, e molto altro ancora.

Il museo contiene anche un primo corpo di reperti della fabbrica: macchine, strumenti di misura, vetreria, quaderni di consegna, oggettistica di vario tipo.

 

Pomeriggio – Stabilimento produttivo

La storia delle pellicole Ferrania affonda le sue radici nella Val Bormida dei primi del ‘900, quando si insedia a Cengio lo stabilimento S.i.p.e. e inizia a produrre ‘polvere B’ per l’artiglieria russa durante la prima guerra mondiale. Nasce la Fabbrica Italiana Lamine Milano (F.I.L.M.), legatasi poi alla prestigiosa Cappelli la quale crea il marchio Ferrania.

Negli anni Quaranta e Cinquanta nasceranno due delle pellicole più conosciute al mondo, la Pancromatica bianco e nero P30 e il Ferraniacolor, unica pellicola a colori realizzata in Europa nel dopoguerra. Dal passato al presente, la storia dello stabilimento attraversa numerose vicissitudini e passaggi e nuovi assetti proprietari.

 

 

 

Accetto le condizioni e i termini per la Privacy Policy - I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Visualizza l'informativa completa sulla Privacy Policy "]