parallax background

22th Internacional Conference Industrial Heritage

archivi e turismo industriale
Archivisti in Movimento
22/09/2020
turismo industriale ecomuseo freidano
Ecomuseo del Freidano
06/10/2020

XXII Jornadas Internacionales de Patrimonio Industrial - Incuna 2020

Nei giorni scorsi, Incuna ha organizzato la XXII edizione della Conferenza Internazionale sul Patrimonio Industriale, promossa anche nel difficile contesto di crisi pandemica e sanitaria a livello mondiale. Il tema centrale dell’incontro è stato Verso una nuova era per il patrimonio industriale. La novità di questa edizione, dovuta proprio al mutato contesto generale, è stata quella di aver dato la possibilità, ai partecipanti, di unirsi a convegno non solo di persona ma anche virtualmente, di raggiungere, nel modo più facile l’ampio network, la comunità internazionale di studiosi del patrimonio industriale che Incuna mantiene viva da molti anni.

Il focus è da sempre la convinzione che il patrimonio industriale sia un elemento importante delle nostre società e che la vera sfida sia preservarlo, usandolo, per riportarlo in vita per cambiare positivamente la realtà delle comunità di cui è componente integrante. Le modalità di lavoro e di vita, anche se più vulnerabili e incerte in questo presente e nel futuro che ci si presenta, non cesseranno di porsi come prospettiva di valutazione delle testimonianze della quotidianità della nostra storia riflettendo la memoria del lavoro.

Sia l'archeologia industriale come metodo di studio che il patrimonio industriale come sua espressione culturale, continuano ad essere una parte importante e decisiva per trasferire il passato nel presente e conservare, preservare, fruire e prestare attenzione alla valorizzazione dei beni materiali e del patrimonio industriale immateriale, come caratteristica distintiva del nostro essere.

La memoria industriale e la cultura del lavoro costituiscono un «saper fare» e un'importante risorsa per le nostre città e per i nostri territori, salvaguardando, in primo luogo, il patrimonio industriale ancora operante, con i suoi lavoratori, i suoi tecnici, i suoi prodotti e i suoi processi produttivi, in secondo luogo, difendendo il patrimonio storico dell'industrializzazione con le sue testimonianze industriali, macchine, edifici, documenti e ancora il suo portato immateriale, si possono sviluppare programmi per le industrie culturali e creative, si può rispondere a sempre più nuove esigenze sociali agendo con i propri significati culturali, storici e territoriali sulle comunità locali, in collaborazione con Istituzioni pubbliche e private, aziende o Università.

Le azioni per la difesa e la conservazione del patrimonio industriale devono essere veicolate da iniziative di politica economica e culturale, legate alle dinamiche sociali e tecnologiche, verso una nuova normalità, dove sarà sempre più importante la conservazione e la valorizzazione del patrimonio in una modalità che sappia sempre più sfruttare le potenzialità offerte dal mondo digitale che, in questo ultimo periodo ci ha mostrato criticità ed opportunità.

È necessaria l'interazione di tutti i patrimoni, concentrando l'attenzione sui complessi industriali e sui paesaggi culturali, il loro coinvolgimento all'interno di strategie urbane e territoriali per la conservazione delle testimonianze della cultura materiale, sociale, tecnologica ed economica. Occorrono azioni e una gestione multidisciplinare con l’evidenziazione di buone pratiche ed esperienze che rendano visibile e possibile la presenza del patrimonio industriale e le sue molteplici utilizzazioni nella formazione e nell'informazione di nuovi usi culturali e turistici.

Nonostante le difficoltà e le preoccupazioni, Incuna ha continuato ad andare avanti, facendo della resilienza la propria guida e quindi con l'importante novità dell’introduzione della possibilità della partecipazione al convegno online, anche se viene mantenuta l’opportunità della partecipazione in presenza, i cui contenuti saranno a disposizione di tutti i partecipanti; necessità che diventa virtù, in questo momento di impossibilità per gli spostamenti delle persone nel mondo.

In questi tempi di incertezza globale, a cui nessun paese sfugge, con preoccupazioni per la salute che si combinano con l'incertezza e con una rottura di paradigmi nella realtà sociale ed economica, Incuna sottolinea i pericoli del cambiamento climatico causati da azioni politiche irresponsabili, l'alterazione del quotidiano con perdite di posti di lavoro e drammatici cambiamenti nel nostro modo di vivere. Tutto questo influenza la convivenza, la percezione e l'uso di pratiche culturali, abilità sociali e il rapporto con le comunità e con le persone in tutto il pianeta. Il patrimonio industriale e culturale è coinvolto in questo processo di mutazione e cambiamento della società di fronte all'avvento di questa nuova era, e quindi è forte l’invito al confronto e alla riflessione su di esso.

 

Photo credit: Francesco Antoniol

trattopunto_incuna_01
turismo industriale trattopunto
patrimonio industriale incuna
industrial heritage
trattopunto_incuna_05

Verso una nuova era per il patrimonio industriale