parallax background

Archivisti in Movimento

turismo industriale fotografia
Giornate Europee del Patrimonio 2020
21/09/2020
patrimonio industriale incuna
22th Internacional Conference Industrial Heritage
05/10/2020

Archivisti in Movimento e la valorizzazione degli archivi d'impresa in chiave turistica

Se si esclude questo 2020, anno strano in cui, per forza di cose, molte delle attività in presenza sono state cancellate e riprogrammate, dal 2016 al 2019, Arch.I.M. ha organizzato, per i suoi associati dei momenti informativi e formativi volti all’addestramento in ambito archivistico contemporaneo con una speciale attenzione agli archivi d’impresa.

Chi scrive, che oltre a far parte di TrattoPunto è stato anche il responsabile delle sin’ora svolte Summer School Arch.I.M., non crede che esistano diverse archivistiche o diversi modi di fare l’archivista ma di sicuro, esiste la possibilità di raffinare una capacità e una sensibilità, oltre ad un necessario bagaglio di conoscenze tecniche, che permetta di meglio riconoscere, descrivere e valorizzare i documenti legati al mondo del lavoro e dell’impresa in modo particolare.

Non è questa la sede in cui occuparci di questioni legate alla descrizione di documenti e fondi archivistici di tali tipi, è però quella in cui insistere sulla valorizzazione, anche turistica, di tali testimonianze.

Quello che è emerso da queste esperienze di confronto archivistico è il potenziale che questi giacimenti di informazioni hanno, tra l’altro, anche come destinazione turistica a sé stante, non solo e non tanto come supporto interpretativo di oggetti tradizionalmente visibili, siano esse opere d’arte, architettoniche o beni culturali intesi in senso più ampio. Anche se vale sempre il concetto di visita all’archivio, guidata e mediata, come momento preliminare di comprensione e di illustrazione di ciò che il documento rappresenta, ci si rende sempre più conto di come l’archivio, soprattutto se legato al Made in Italy sia di per sé un bene visitabile e su cui poter costruire, esclusivamente, un prodotto turistico.

Negli anni Arch.I.M. è stata a Borca di Cadore, presso il Villaggio Eni progettato da Edoardo Gellner, ospite del progetto di reinsediamento artistico di Dolomiti Contemporanee, poi a Soligo, in provincia di Treviso, per l’edizione che ha visto oggetto di esercitazione l’archivio della Latteria di Soligo, in seguito a Trento, presso la Fondazione Ing. Lino Gentilini, con deviazioni al Mart e alla Biblioteca Civica di Rovereto, solo per citarne un paio, infine nel 2019 a Biella, presso La Fabbrica della Ruota, istituzione che, per chi si occupa di patrimonio industriale, non ha bisogno di commenti ulteriori.

Oltre ad essere, queste Summer School, un’esperienza turistica di per sé, i partecipanti infatti sostano sui luoghi delle esercitazioni per una intera settimana, sono occasioni per testare come i contenuti archivistici si possano interfacciare con mete di turismo tradizionale, con le eccellenze enogastronomiche del territorio che ospita i professionisti coinvolti nell’esperienza e non da ultima, l’occasione è propizia per mettere alla prova sistemi di trasporto, e di ospitalità che, raramente, vengono utilizzati per la visita di mete archivistiche.

TrattoPunto, anche grazie a queste esperienze, punterà, nel prossimo futuro allo sviluppo di programmi e pacchetti turistici che vedano l’archivio come momento centrale per l’interpretazione e la visita di un territorio e dei valori che vi insistono, sia che essi siano legati al mondo del lavoro o che siano invece mete culturali più tradizionali.

Ci stiamo già muovendo in questa direzione e presto leggerete di alcune importanti novità! Seguiteci!

Photo credit: Lidia Giusto e Roberto Marini

valorizzazione archivi di impresa
trattopunto_archim_02
trattopunto_archim_03
turismo industriale e archivi
trattopunto_archim_05

La valorizzazione degli archivi di impresa in chiave turistica