parallax background

Festival dell’Architettura di Ivrea 2020

turismo industriale ecomuseo freidano
Ecomuseo del Freidano
06/10/2020
fabbrica saponi e detersivi
L’area ex Mira Lanza in Val Polcevera
19/10/2020

Festival dell'Architettura di Ivrea 2020. Design for the Next Community

Dal 18 al 27 settembre 2020 si è svolto a Ivrea il primo Festival dell’Architettura, dedicato ad Adriano Olivetti, nel ricordo dei sessant’anni dalla morte.

Un fitto programma di attività suddiviso tra talk, workshop, passeggiate tra le architetture, forum, attività laboratoriali per i bambini e i ragazzi, laboratori partecipativi, mostre e un contest di street art sulla reinterpretazione contemporanea dei linguaggi olivettiani. Parallelamente un programma di Festival OFF con eventi e performance organizzate per l’occasione.

Una manifestazione pensata per riflettere e confrontarsi sulle trasformazioni architettoniche e urbane, ma non solo, cultura, architettura, design e innovazione tecnologica sono stati i temi portanti degli incontri previsti dal programma del festival.

Dal 2018 Ivrea ha ottenuto il riconoscimento come Sito Patrimonio Mondiale Ivrea città industriale del XX secolo: un rilevante attestato per la diffusione a livello internazionale delle qualità progettuali del made in Italy. Il riconoscimento UNESCO può essere una leva importante non solo per ridare notorietà alla città di Ivrea, ma anche per una percezione complessiva e rinnovata di comunità.

La volontà del Festival è stata proprio quella di contribuire alla valorizzazione del Sito Patrimonio Mondiale UNESCO “Ivrea, città Industriale del XX secolo”, mettendo al centro dell’attenzione una città atelier dal punto di vista architettonico e urbanistico e una sorta di Silicon Valley ante litteram dal punto di vista della visione innovativo-tecnologica. Un modello atipico di città industriale moderna e uno straordinario laboratorio della cultura del progetto architettonico, grafico e di prodotto.

L’insieme delle realizzazioni collegate al progetto industriale e socio-culturale di Adriano Olivetti è un complesso di edifici progettati dai più famosi architetti e urbanisti italiani del Novecento, riconoscibile nel tessuto urbano della città. Si distinguono aree ed edifici propriamente industriali, aree ed edifici destinati alla residenza e ai servizi sociali rivolti alla fabbrica e alla città.

Il Patrimonio industriale del Novecento in Italia e in Europa rappresenta una ricchezza di memoria e di opportunità per lo sviluppo economico, turistico, culturale in termini di restauro, rifunzionalizzazione e riuso adattivo. Temi assai cari a TrattoPunto che ha partecipato al Festival, prendendo parte ad alcune attività in programma.

In particolare abbiamo potuto apprezzare la passeggiata dal titolo “Storia olivettiana. Passeggiata con l’autore” in cui Marco Peroni ha condotto il gruppo di partecipanti all’interno di una lettura storico critica delle intuizioni economiche, culturali e politiche di Olivetti a cui le architetture olivettiane hanno fatto da “quinta naturale” al racconto.

Un’altra bellissima iniziativa del Festival sono state le visite chiamate “Welcome to my house”, dove i cittadini eporediesi proprietari di appartamenti all’interno delle architetture olivettiane hanno aperto le proprie abitazioni per mostrare al grande pubblico la varietà di forme dell’abitare commissionate dalla Società Olivetti. Nelle diverse giornate è stato possibile visitare differenti tipologie abitative, dagli alloggi temporanei di Talponia, alle abitazioni per famiglie numerose degli operai, alle residenze unifamiliari destinate ai dirigenti. Ognuna di loro presenta precise caratteristiche architettoniche e sociali, disegnate da grandi architetti, tutte legate al filo conduttore della visione comunitaria e sociale di Adriano Olivetti.

Tra gli eventi del Festival OFF, invece, va menzionata la visita guidata alla mostra permanente “#Olivetti StoriaDiInnovazione“ presso l’Archivio Storico Olivetti, organizzata dall’Associazione Archivio Storico Olivetti, che dal 1986 raccoglie, conserva e valorizza il patrimonio archivistico riguardante la storia della Società Olivetti.

Il Festival DXNC è stata un’esperienza interessante, un successo inaspettato per gli eporediesi, in cui persino l’App Ivrea Smart City Pass (donata da Olivetti al Comune di Ivrea) è andata in tilt per le numerose prenotazioni !!!

Speriamo sia la prima di una lunga serie di iniziative che possano far conoscere a livello internazionale la città di Ivrea e soprattutto la parte industriale olivettiana, per una divulgazione della cultura del progetto architettonico, grafico e di prodotto rigorosamente targato made in Italy.

 

Photo credit: Michela Biancardi

officine ico festival architettura
trattopunto_dxnc_02
talponia olivetti ivrea
trattopunto_dxnc_04
alloggi per famiglie numerose olivetti

Design for the Next Community. Dedicato a Adriano Olivetti